Glocal Eyes - Il Blog

I romani celebrano il Carnevale, in particolare la settimana che precede il Mercoledì delle Ceneri, con deliziose specialità stagionali che sono una tradizione da provare:

- le frappe, conosciute anche come chiacchiere o cenci in Toscana e in altre parti d'Italia, questi deliziosi pezzi di pasta fritta e croccante conditi con abbondanti quantità di zucchero a velo sono molto semplici ma davvero deliziosi. C'è una versione più leggera che viene cotta al forno e non fritta.
- le castagnole sono la versione romana dei mini-donut holes (tradotti letteralmente i fori delle ciambelline), a volte imbevuti di rum, alchermes (un liquore rosso) o farciti con una deliziosa ricotta dolce. Queste possono anche essere al forno o fritte. In ogni caso, sono deliziose e risulta difficile mangiarne una sola…una tira l’altra come si suol dire.
Entrambe, che siano fritte o al forno, non devono essere oleose o dure. La chiave per riconoscere delle frappe fresche è che siano leggere e croccanti.
Lo stesso vale per le castagnole di qualità fresca: croccanti all'esterno e morbide all'interno.
Ecco alcuni dei nostri preferiti forni romani e pasticcerie che preparano delle celestiali castagnole e frappe:
Roscioli -Via dei Chiavari (vicino a Campo de Fiori) una vera mecca per prodotti da forno dolci e salati.
Pasticceria Regoli -Via dello Statuto, 60 (vicino Termini).
Biscottificio Innocenti -Via della Luce, 21 a Trastevere, una vera istituzione storica per i dolci.
Saliola -Via Alcide de Gasperi, adiacente al Vaticano, nel quartiere vicino alla stazione ferroviaria di San Pietro.
E naturalmente:
Dolce Maniera -in Via Barletta, 27 (dai un'occhiata al nostro altro post qui su questa dolce scoperta vicino alla fermata della metropolitana di San Pietro e Ottaviano).
Buon Carnevale, quando ogni scherzo vale!

WHERE

Indicazioni contenute nell'articolo.