Glocal Eyes - Il Blog

Presto o tardi, tutti noi abbiamo dovuto affrontare una delle più ardue domande della nostra vita: Dove andiamo a mangiare stasera?

Tutti noi sappiamo che si può essere tentati di ritornare ai soliti quattro o cinque buoni locali che sono diventati i nostri posti preferiti a Roma, perché no? Sappiamo che lì il cibo è buono ed i prezzi sono equi.
Ci sono infiniti ristoranti sparsi per la città di Roma, così se decidete di essere avventurosi e provare qualche nuovo locale, come fate a capire che ne vale la pena?
Con l’aiuto di questa breve guida, basata su anni di esperienza nello scoprire nuovi ristoranti in città, ci auguriamo che vi possiate sentire più a vostro agio nel provare nuovi locali che magari finiranno nella lista dei vostri posti preferiti di Roma.
Regola numero 1: questa è forse la regola più importante per trovare un ristorante che vi potrà offrire un ottimo pasto ad un prezzo ragionevole in una piacevole atmosfera. Evitare quei posti vicini ai principali monumenti o piazze.
Senz’ombra di dubbio, cenare a Piazza Navona è qualcosa di splendido, osservando i pittori vendere i loro ritratti ed i turisti godersi la Fontana dei Quattro Fiumi. Pertanto, il cibo potrebbe essere di più bassa qualità e costare più di un ristorante a pochi isolati di distanza dalla stessa piazza. Di tanto in tanto vale decisamente la pena fare questi tipi di cene. Sono ricordi speciali che però non potranno essere un’esperienza ordinaria.
Per tutte quelle altre sere, dirigetevi verso il vostro quartiere preferito e cominciate a camminare attraverso quelle strette strade laterali, vicine ma non prossime al vostro monumento favorito. Iniziate lì a verificare i ristoranti, seguendo il nostro consiglio, e troverete ciò che state cercando.
Per esempio, invece di mangiare la pizza a Piazza Navona, dove vi costerebbe almeno 12 euro per la pizza più semplice, dirigetevi in Via del Governo Vecchio alla Pizzeria Baffetto, dove la pizza più costosa viene circa 12 euro e sarà una delle migliori pizze che mangerete in vita vostra.
Regola numero 2: generalmente è una buona idea evitare quei ristoranti che hanno i camerieri appostati fuori per chiederti di entrare a mangiare.
I ristoranti che hanno un cibo e prezzi ragionevoli non hanno bisogno di pubblicizzarsi in questa maniera perché hanno ovviamente un forte clientela di base e sanno che sarà la qualità del cibo a parlare per loro.
Regola numero 3: evitare ogni luogo che pubblicizza un menù turistico.
Questo di solito consiste in una certa quantità di cibo per un prezzo definito (ad esempio menù turistico a 15 euro: bruschetta, primo, dolce, caffè e acqua).
I ristoranti che usano questa tattica, stanno usando i loro prezzi bassi per attirare la gente che cerca un prezzo abbordabile per mangiare.
Sebbene il prezzo sia corretto, il cibo risulta usualmente poco appetitoso ed il pasto finisce per essere una delusione.
Già il nome del menù da solo dovrebbe darvi l’indizio che quei tipi di ristoranti stanno puntando ad attirare un certo tipo di persona: il turista.
Regola numero 4: evitare i ristoranti che mettono le foto del cibo sul menù.
Questa è una tattica di marketing indirizzata verso i turisti, che potrebbero non conoscere come è fatto un particolare piatto romano e pertanto vogliono vederlo in fotografia.
Se avete difficoltà a ricordare com’è fatto un piatto, semplicemente chiedetelo al cameriere!
Nel complesso, se seguirete queste quattro regole, sarà molto più facile trovare un locale che farà piacere non solo alle vostre papille gustative ma anche al vostro portafoglio!
Con così tanti buoni ristoranti in tutta la città di Roma, sarebbe un peccato passare il tempo dei vostri pasti sempre negli stessi luoghi di cui vi fidate. Invece, tenete a mente le nostre regole e uscite per la città esplorando nuovi posti!
Non si sa mai cosa di bello potete scoprire nella città eterna.